SEMPLICEMENTE GRAZIE

La parola più antica, che associata ad un sorriso, apre ogni porta è "grazie". A volte non ci rendiamo conto di come le cose più semplici siano quelle che contano, più di ogni altro clamore. Prima che la memoria inghiotta questa edizione della Valcavallina Superbike, voglio ringraziare chiunque abbia contribuito nel pemettere che questa manifestazione si compiesse in modo così sereno e  un pò speciale. Vorrei stringere simbolicamente la mano agli oltre 350 volontari che hanno partecipato a creare e far vivere questa manifestazione, molti di loro non conoscono nè me, nè gli altri membri del comitato organizzatore, eppure si sono fidati con entusiasmo di quanto concordato, partecipando a rendere grande questo giorno per la mountian bike bergamasca. A tutti gli alpini e i membri della protezione civile auguro di incontrarci una sera a bere un bicchiere di vino e mangiare con calma un cotechino da buoni amici quali si sono dimostrati. Non posso dimenticare tutte le signore che si sono prestate ai ristori e al pasta party, siete state stupende. Magnifico il gruppo di lavoro nell'area partenza e arrivo, tra tutti questi volontari cito alcuni nomi perchè per giorni hanno lavorato senza risparmio, un pò anche sopportandomi: Adele, Osvaldo, Emilio, Domenico, Alessio, Mattia,Giorgio,Barba, Enrico.

Un ringraziamento speciale alle Amministrazioni Comunali che hanno accolto l'idea di questa gara, ci avete ospitato a casa vostra mettendo il tappeto rosso e sbandierando i Comuni con il tricolore. Il giorno prima sono passato in alcuni Comuni e mi veniva la pelle d'oca nel vedere i paesi ornati a festa, come se fosse la festa del paese. Siamo transitati in oltre 18 Comuni, poteva essere un'impresa improba ma ci avete semplificato le cose, in alcuni casi aperto letteralmente le porte del cortile e di casa. Sistemato sentieri e passaggi critici. Credo sia stato un mezzo miracolo, sostenuto dall'entusiamo per il ciclismo che in questa terra è forte, e dal senso di ospitalità. A voi il mio sorriso sotenuto da un "grazie".

Uno sforzo grande lo hanno fatto tutti gli sponsor. In un anno di crisi dove i soldi non abbondano, avete sicuramente messo del vostro per permettere che la manifestazione potesse svolgersi nel miglior modo possibile.Ci avete regalato tutto il materiale necessario ...persino l'elicottero.  Non credo che il ritorno mediatico ricevuto sia pari alla spesa che avete sostenuto, ma di sicuro vi siete divertiti nel sotenere un gruppo un pò squilibrato che voleva portare il primo Campionato Italiano Marathon a Bergamo.  Grazie!

Agli atleti va tutto il mio affetto e compressione di biker un pò letargico. Avete fatto un'impresa improba e siete stati protagonisti. Abbiamo lavorato per la vostra gara, per la vostra sicurezza e per garantirvi il miglior ristoro nel dopo gara. Se abbiamo compiuto delle imperfezioni vi chiediamo scusa, ma vi assicuro che noi ci siamo impegnati al massimo. Oltre agli Elite a cui va un pò la mia invidia per essere rimasti sotto le 4 ore, ringrazio tutti gli atleti. Aveve sudato e lottato come leoni, senza mollare mai fino al traguardo, site stati spettacolari. Ciascuno di voi per noi è un pò speciale, abbiamo distribuito oltre 200 premi a sorteggio.  Simbolicamente per abbracciare tutti e premiare tutti,  abbiamo voluto festeggiare l'ultimo concorrente. Ha vinto o meglio perso la maglia al foto finish riuscendo a tagliare per ultimo il traguardo.  Molto sportivamente ha subito accettato e indossato la maglia nera ed ha alzato le mani al cielo come il primo vincitore. Grazie a Ivan Carrer per essere stato dei nostri.... Grazie a tutti voi per aver osato questa marathon veramente tosta e per aver partecipato alla più dura marathon delle Prealpi Orobiche!

Cosa dire degli spettatori, ho visto la folla a Grumello del Monte e le immagini del San Fermo e di San Giovanni delle Formiche, non ho mai pensato che la mountain bike potesse attirare così tante persone. Spero vi siate divertiti e abbiate vissuto una grande giornata di sport.

Infine permettetemi un abbraccio fraterno ai miei amici più stretti Giancarlo, Gianluca e Carlo....il Comitato Organizzatore.

Andrea D'Alessio

Presidente ASD Valcavallina Superbike