PERCORSO DA UNIVERSITA' DELLA MTB, NON MANCA NULLA ...

Il tracciato marathon si veste di tricolore e raggiunge quota 80Km. Un percorso davvero unico capace di esaltare le doti dei biker più completi. Non sarà necessario solo avere tecnica o semplicemente una grande preparazione atletica. Qui serve tutto. Il primo biker a tagliare il traguardo sarà il vero campione italiano Marathon. Tutti gli altri però saranno comunque pienamente soddisfatti di aver domato un tracciato con la T maiuscola.

 

Percorso campionato italiano Marthon 80Km/3250m dislivello complessivo

 Altimetria-percorso-Marathon    planimetria-percorso-Marathon

 

 

 

Si parte dalla Casa Famiglia di Grumello del Monte situata in via 4 Martiri di Lovere, dove verrà allestita la segreteria di gara, l'area expo e tutti i servizzi accessori alla manifestazione.

Subito si inizia a salire fra i vigneti di Grumello (proprio dove viene vinificato il Val Calepio) per poi proseguire sulla strada che porta verso il comune di Gandosso (nell'edizione del 2013 era chiusa a causa di una frana). Questo primo tratto di strada è completamente asfaltato e dalle pendenze assolutamente abbordabili, farà comunque selezione.

Si attraversa il centro abitato di Gandosso per poi proseguire su strada sterrata verso Carobbio degli Angeli. Qui iniziano i primi single track. Il primo porta i biker verso il Golf Club La Rossera: ricco di rocce dove serve guidare il mezzo. Terminato si scende, su strada bianca, verso Carobbio degli Angeli (sede di partenza per 4 edizioni) e ancora verso Gorlago, in località Montecchi.

Con piccola strappo in asfalto e successiva con discesa verso subito si entra nel terriotrio comunale di Zandobbio, si attraversa un guado che rinfrescherà tutti i partecipanti, e poi si giunge alla salita del Grena. Ascesa questa molto conosciuta dai biker locali che prevede una strada sterrata con salita dolce a fianco delle Cave del Marmo di Zandobbio (tratto quest'ultimo di circa 2km).

Toboga nel bosco con discesa su Entratico, e poi trasfererimento verso il paese di Berzo San Fermo.  Siamo circa al chilometro 27. Il bello inizia ora! A Berzo San Fermo comincia la salita più impegnativa della manifestazione, il tanto nominato Faeto che in  12 km porta i biker ai Colli di San Fermo. Questa ascesa presenta tutte le caratteristiche di una salita mitica. Pendenze impegnative (i primi chilometri sono veramente duri!!), vista mozzafiato, passaggi spattacolari tra prati e pascoli di montagna. 

Arrivati po fin quassù, dopo circa 40km di corsa si scende verso Fonteno, piccolo paese che domina il lago d'Iseo e Monte Isola. La prima parte di discesa è tra prati e pascoli, la seconda invece totalmente nel bosco con passaggi molto interessanti e divertenti. Arrivati nel centro abitato si ricomincia a salire affrantando l'ascesa dal Torrezzo (affrontata nelle prime tre edizioni) per ritornare nuovamente sui Colli di San Fermo. Anche questa salita lascerà il segno nelle gambe dei biker, ma in cima quanta soddisfazione.

Siamo al 52esimo chilometro il più è fatto. Ora si rientra verso Grumello del Monte. Certo le difficoltà non sono certo finite ma le lunghe ed impegnative salite sono finite. Dai 1270 metri dei Colli San Fermo si inizia a scendere verso i paesi di Adrara San Rocco e Adrara San Martino, sfruttando un vecchio single track. Un sentiero molto divertente che però richiede buone doti di guida. Qui i "manici" possono fare la differenza.

Ormai il traguardo di Grumello è sempre più vicino. Passando nel territorio comunale di Foresto Sparso si arriva vero la località San Giovanni delle Formiche. Inizia da qui un lungo mangia e bevi, dove il divertimento per tutti è assicurato: basti pensare che questo tratto di sentiero si chiama del Pitone! Si arriva nuovamente a Gandosso (passato qualche ora prima in fase di partenza), dove si affronta un ultimo strappo che porta all'ultima discesa con picchiata verso il paese di Grumello del Monte. Spettacolare questo tratto poichè si attraversano i vigneti del Val Calepio, dove si gode della vista della Pianura Padana (chi avrà tempo di guardarsi intorno). Usciti dai vigneti si vede il traguardo .... che gioia. Quanta fatica, ma quanto divertimento. Questo è un vero percorso Marathon dove si trova tutto ma proprio tutto: dalle salite pedalabili alle salite impegnative, dai single track tecnci ai sentieri veloci e divertenti. Insomma una vera gara di MTB!!

Si tratta di un percorso decisamente impegnativo, che già lo scorso anno ha offerto diversi colpi di scena, dove vince chi saprà gestire al meglio il mezzo e le proprie forze.

 Attenzione Cancelli: Percorso Marathon: ore 13,15 in località Monumento Partigiani; ore 15,30 in località Adrara San Martino

 

* dal km 5 al km 7 - Single track del Golf. Tra radici e sassi bisogna prestare l'attenzione alle numerose insidie di questo tratto. Bucare qui significa perdere contatto fin da subito dal resto del gruppone. 

* dal km 27 al km 40 - La salita del Faeto. Salita lunga e impegnativa e non è l'ultima di giornata. Quindi consigliamo di dosare le energie su questo tratto. Le lepri che qui faranno un ritmo troppo elevato potrebbero saltare appena più avanti. 

* dal km 47 al km 52 - La salita del Torrezzo. Non è lunghissima ma nelle gambe ci sono già molti chilometri e all'arrivo ne mancano ancora. Non finite qui tutte le energie. Ne serviranno ancora. 

* dal km 53 al km 60 - La discesa verso Adrara. Single track da prendere con decisione mantenendo sempre alta la concentrazione. Nulla di pericoloso ma alcuni passaggi richiedono buona tecnica.  

* dal km 67 al km 75 - Il sentiero del Pitone. Bello bellissimo. Se avrete ancora energie in corpo consumatele qui. Un single track molto divertente e veloce che vi può far guadagnare molti secondi.

 Attenzione Cancelli: Percorso Marathon: ore 13,15 in località Monumento Partigiani; ore 15,30 in località Adrara San Martino

 

Scarica traccia in formato GPX - CLICCA QUI

Scarica traccia in formato KML - CLICCA QUI

Scarica traccia in formato TCX - CLICCA QUI