DAVVERO UNICO E TUTTO A PORTATA DI MANO

La Valcavallina Superbike è immersa in un territorio davvero unico. A far da cornice a questa gara sono le due valli più a Est della provincia di Bergamo: la Val Cavallina e la Val Calepio. Ma conosciamole meglio, cosi da poterle visitare ed ammirare, magari nelle giornate che precedeno la gara.

LA VAL CAVALLINA

La Val Cavallina è la valle del fiume Cherio, proprio qui iniziano le prealpi Orobiche. Si snoda lungo il percorso del fiume per circa 30 chilometri, da Trescore Balneario ad Endine Gaiano in direzione nord-est. La caratteristica principale è di essere una valle a V molto stretta che termina con il Lago di Endine. Un piccolo bacino naturale (lungo 8km circa) con delle caratteristiche davvero uniche. 

Il territorio di questa valle è suddiviso tra 16 comuni. Alcuni molto piccoli (Bianzano, Grone, Luzzana che non raggiungono le mille unità) altri invece sufficientemente grandi per essere i punti di riferimento per l'intera valle: Trescore Balneario e Casazza.

Turisticamente parlando la valle presenta molti punti di interesse ed è meta infatti di molltissimi visitatori lungo l'intero arco dell'anno. A Trescore Balneario troviamo l'Oratrio dei Suardi con gli affreschi di Lorenzo Lotto nonchè rinomate ed efficentissime terme. Salendo in valle possiamo visitare le grotta naturale Buca del Corno ad Entratico oppure passare a Luzzana per ammirare il museo di arte contemporanea Donazione Meli. Se invece vogliamo salire verso la zona del Lago di Endine possiamo dedicarci sia ad attività sportive (pesca o windsurf) sia a visite culturali. A Bianzano possiamo ammirare il castello della famiglia Suardi che domina l'intera valle. A Monasterolo del Castello è possibile ammirare un altra costruzione storica sempre appartenuta alla nobile famiglia dei Suardi.

Per conoscere ancora meglio il territorio vi consigliamo questo sito web www.lavacvallina.info

 

I COLLI SAN FERMO

Se però vogliamo salire di quota, a circa metà valle troviamo Grone con i suoi Colli di San Fermo (circa 1200m s.l.m.) Vero punto di svolta della nostra gara. Da qui passeranno per ben due volte i nostri biker. I Colli di San Fermo sovrastano sia la Val Cavallina sia la zona del Lago di Iseo. Sono quindi un punto panoramico davvero unico e di sicuro effetto. Sui colli è possibile organizzare numerose escursioni in bike, a piedi o con i cavalli degli agriturismi presenti in zona. 

Qui probabilmente i biker si giocheranno il campionato italiano. Pertanto vi consigliamo di salire il giorno della gara per essere protagonisti, anche come spettatori.

Per conoscere i Colli San Fermo il sito web dedicato proprio a questa meravigliosa zona www.collisanfermo.it. Un occhio anche al sito web del comune di Grone www.comune.grone.it

LA VAL CALEPIO

La Val Calepio è la valle del omonimo vino. Probabilmente è più conosciuta proprio per l'ottima qualità delle sue uve che per la meraviglia del suo territorio. Grumello del Monte, sede della nostra gara, è il primo paese della valle. Ed è qui che si vinificano i migliori vini del consorzio di tutela della Val Calepio. Grumello del Monte è caratterizzato da un territorio davvero unico e da un clima mite. Condizioni queste che hanno permesso proprio la nascita di questo meraviglioso vino. 

La valle poi continua verso est avvicinandosi a Sarnico. Prima di arrivare al paese lacustre però troviamo alti paesi molto interessanti dove fersarsi un attimo è d'obbligo. Molto interessante il borgo di Calepio nel comune di Castelli Calepio, antico e magnificamente restaurato. Poco più avanti troviamo Credaro. Anche qui è possibile ammirare un magnifico castello, il Castello di Trebecco.

Prima di giungere a Sarnico, nel centro abitato di Villongo troviamo il bivio verso Adrara ed i Colli di San Fermo. La strada inizia salire con pendenze dapprima dolci poi, man mano passano i chilomteri, sempre più importanti. Dopo circa 12Km raggiungiamo il valico dei colli. Li si uniscono le due valli interessate dalla nostra gara.

Se però decidiamo di visitare il lago e salire solo dopo in quota, scendiamo a Sarnico. Vero centro della Val Calepio e dell'intera zona del basso Sebino. La cittadina è davvero stupenda e risente sicuramente della presenza importante del lago che prorpio qui termina. A Sarnico e nelle immediate vicinanze ci si potrebbe rimanere dei giorni. Possiamo ammirare le numerose ville in stile Liberty per passare poi alle costruzioni storiche di origini medievali. Lasciando poi Sarnico potremmo spostarci di qualche chilomtero per ammirare i cantieri Riva o salire fino a Tavernola, bel paesino incastonato tra i monti ed il lago. Se poi abbiamo tempo un salto sull'isola lacustre più grande d'Italia, Monte Isola, è davvero d'obbligo.