La parola più antica, che associata ad un sorriso, apre ogni porta è "grazie". A volte non ci rendiamo conto di come le cose più semplici siano quelle che contano, più di ogni altro clamore. Prima che la memoria inghiotta questa edizione della Valcavallina Superbike, voglio ringraziare chiunque abbia contribuito nel pemettere che questa manifestazione si compiesse in modo così sereno e  un pò speciale. Vorrei stringere simbolicamente la mano agli oltre 350 volontari che hanno partecipato a creare e far vivere questa manifestazione, molti di loro non conoscono nè me, nè gli altri membri del comitato organizzatore, eppure si sono fidati con entusiasmo di quanto concordato, partecipando a rendere grande questo giorno per la mountian bike bergamasca. A tutti gli alpini e i membri della protezione civile auguro di incontrarci una sera a bere un bicchiere di vino e mangiare con calma un cotechino da buoni amici quali si sono dimostrati. Non posso dimenticare tutte le signore che si sono prestate ai ristori e al pasta party, siete state stupende. Magnifico il gruppo di lavoro nell'area partenza e arrivo, tra tutti questi volontari cito alcuni nomi perchè per giorni hanno lavorato senza risparmio, un pò anche sopportandomi: Adele, Osvaldo, Emilio, Domenico, Alessio, Mattia,Giorgio,Barba, Enrico.

Un ringraziamento speciale alle Amministrazioni Comunali che hanno accolto l'idea di questa gara, ci avete ospitato a casa vostra mettendo il tappeto rosso e sbandierando i Comuni con il tricolore. Il giorno prima sono passato in alcuni Comuni e mi veniva la pelle d'oca nel vedere i paesi ornati a festa, come se fosse la festa del paese. Siamo transitati in oltre 18 Comuni, poteva essere un'impresa improba ma ci avete semplificato le cose, in alcuni casi aperto letteralmente le porte del cortile e di casa. Sistemato sentieri e passaggi critici. Credo sia stato un mezzo miracolo, sostenuto dall'entusiamo per il ciclismo che in questa terra è forte, e dal senso di ospitalità. A voi il mio sorriso sotenuto da un "grazie".

Uno sforzo grande lo hanno fatto tutti gli sponsor. In un anno di crisi dove i soldi non abbondano, avete sicuramente messo del vostro per permettere che la manifestazione potesse svolgersi nel miglior modo possibile.Ci avete regalato tutto il materiale necessario ...persino l'elicottero.  Non credo che il ritorno mediatico ricevuto sia pari alla spesa che avete sostenuto, ma di sicuro vi siete divertiti nel sotenere un gruppo un pò squilibrato che voleva portare il primo Campionato Italiano Marathon a Bergamo.  Grazie!

Agli atleti va tutto il mio affetto e compressione di biker un pò letargico. Avete fatto un'impresa improba e siete stati protagonisti. Abbiamo lavorato per la vostra gara, per la vostra sicurezza e per garantirvi il miglior ristoro nel dopo gara. Se abbiamo compiuto delle imperfezioni vi chiediamo scusa, ma vi assicuro che noi ci siamo impegnati al massimo. Oltre agli Elite a cui va un pò la mia invidia per essere rimasti sotto le 4 ore, ringrazio tutti gli atleti. Aveve sudato e lottato come leoni, senza mollare mai fino al traguardo, site stati spettacolari. Ciascuno di voi per noi è un pò speciale, abbiamo distribuito oltre 200 premi a sorteggio.  Simbolicamente per abbracciare tutti e premiare tutti,  abbiamo voluto festeggiare l'ultimo concorrente. Ha vinto o meglio perso la maglia al foto finish riuscendo a tagliare per ultimo il traguardo.  Molto sportivamente ha subito accettato e indossato la maglia nera ed ha alzato le mani al cielo come il primo vincitore. Grazie a Ivan Carrer per essere stato dei nostri.... Grazie a tutti voi per aver osato questa marathon veramente tosta e per aver partecipato alla più dura marathon delle Prealpi Orobiche!

Cosa dire degli spettatori, ho visto la folla a Grumello del Monte e le immagini del San Fermo e di San Giovanni delle Formiche, non ho mai pensato che la mountain bike potesse attirare così tante persone. Spero vi siate divertiti e abbiate vissuto una grande giornata di sport.

Infine permettetemi un abbraccio fraterno ai miei amici più stretti Giancarlo, Gianluca e Carlo....il Comitato Organizzatore.

Andrea D'Alessio

Presidente ASD Valcavallina Superbike

 


Tutte le immagini, i passaggi spettacolari e salienti del Campionato Italiano Marathon 2014 a disposizione di chi vuole rivivere le emozioni della giornata che ha incoronato Samuele Porro e Daniela Veronesi. Ecco l’elenco e gli orari di tutte le programmazioni tv ed i links per i video sul web .

Grumello del Monte (BG) – Sono trascorse poco più di 48 ore dal grande evento tricolore che nella giornata di domenica 1 giugno ha fatto vivere a migliaia di appassionati le emozioni del Campionato Italiano Marathon 2014 che si è svolto sui sentieri della 10ª Valcavallina Superbike. Una giornata storica per il movimento off-road bergamasco, una data da ricordare con orgoglio per lo staff organizzativo, ma anche una nuova memorabile pagina di storia sportiva della mountain bike nazionale, una giornata che molti bikers presenti potranno raccontare dicendo: “io c’ero!”

E’ giunto quindi il momento di rituffarsi nel passato, di rivivere come in un adrenalinico déjà vu, tutto quello che è accaduto quel giorno. Un’occasione per dar modo a tutti gli assenti di assaporare il clima tricolore che ha investito Grumello del Monte e tutti i suoi sentieri. Un’occasione imperdibile per tutti quei bikers che domenica sono stati protagonisti indiscussi della grande sfida tricolore, un’occasione per rivedersi e gustare in tutta tranquillità la splendida coreografia ed tutti i particolari che hanno fatto da cornice alla loro straordinaria impresa.

Le immagini della manifestazione sono già on line, disponibili sul web, grazie al lavoro dei media partners che hanno accompagnato la Valcavallina Superbike in occasione del Campionato Italiano di specialità, ma a breve anche il piccolo schermo trasmetterà con copertura locale e nazionale tutte le immagini ed i servizi completi. Ecco di seguito l’elenco dettagliato con giorni, orari e links diretti per dove rivedere le immagini di gara:

WEB
- Alcamedia MTB Granfondo - Highlights: https://www.youtube.com/watch?v=P2Ha0NwUZ9U
- Alcamedia MTB Granfondo - prossimamente il servizio completo su: https://www.youtube.com/user/caal18
- MTB Channel - servizio completo: http://vimeo.com/97053481
- Bici TV: http://www.youtube.com/watch?v=-f8tolucMUI&list=UUkQ32NsdII9MQ4p3RHyWeVA

TV
- mercoledì 4 giugno alle ore 23.00: BikeShowTV Mondo Bike - Dinamica Channel (canale 249 del digitale terrestre oppure canale 809 in chiaro su Sky)
- giovedì 5 giugno alle ore 13.30: Raisport2
- lunedì 9 giugno alle ore 19.30: Nuvolari TV (canale 224 del digitale terrestre)

SERVIZIO SPECIALE BIKE CHANNEL (canale 214 in chiaro su Sky)
- mercoledì 4 giugno: ore 21.30
- giovedì 5 giugno: ore 09.30
- venerdì 6 giugno: ore 03.30 e 15.30
- giovedì 12 giugno: ore 20.30
- venerdì 13 giugno: ore 08.30
- sabato 14 giugno: ore 02.30 e 14.30
- domenica 15 giugno: ore 22.15
- lunedì 16 giugno: ore 10.15
- martedì 17 giugno: ore 04.15
- martedì 24 giugno: ore 23.15
- mercoledì 25 giugno: ore 11.15
- giovedì 26 giugno: ore 05.15 e 17.15
 


Seguici anche sul nostro sito web ufficiale www.valcavallinasuperbike.com oppure sulla nostra pagina Facebook “Valcavallina Superbike”.

La 10ª Valcavallina Superbike si conclude nel segno della spettacolare battaglia a quattro che assegna il tricolore nella parte finale di gara. Decisivi la salita del Torrezzo e la tecnica discesa lungo il sentiero 744 “Le Cucche”. Samuele Porro in grande spolvero conquista il suo primo tricolore davanti ad un ritrovato Ragnoli ed un tenace Ronchi. La Veronesi fa tris con il terzo titolo conquistato davanti alla campionessa uscente Elena Gaddoni. 

La 10ª Valcavallina Superbike porta la firma del comasco Samuele Porro (Silmax X-Bionic) che questa mattina ha conquistato il titolo tricolore marathon 2014, il primo della sua giovane carriera, chiudendo con lo straordinario tempo di 03:56:30 gli 81 km e 3300 mt di dislivello di un tracciato che si è dimostrato uno straordinario palcoscenico su cui si sono scritte indelebili alcune delle più belle pagine agonistiche della mountain bike nazionale.

Una gara dura, selettiva, tecnica e completa sotto ogni punto di vista, ha messo a dura prova gli oltre 1100 bikers al via. Qui avrebbe vinto solo il più forte, il biker più completo, e non solo dal punto di vista atletico. “Sono troppo contento - sono le parole di Samuele Porro al traguardo - sapevo di stare bene, ma non ho mai perso la concentrazione fino all’ultima curva perché sapevo anche che il tracciato molto impegnativo poteva nascondere mille insidie ed imprevisti.

ARRIVO-PORROLa gara entra nel vivo dopo l’attraversamento del comune di Entratico, attorno al 20º Km, quando il primo ad accendere la miccia è il bresciano Daniele Mensi (Scott Racing Team), uno degli atleti più attesi visto l’entusiasmante avvio di stagione, che all’imbocco della lunga ascesa del Faeto prova a mettere in difficoltà gli avversari. Ma i 12 km di salita livellano le forze ed al primo GPM, posto ai 1270 mt dei Colli di S.Fermo, sono in tre a comandare la corsa.

Mensi, Porro e Luca Ronchi (Avion Axevo) precedono di circa 30” un sornione Juri Ragnoli (Scott Racing Team) all’apparenza in attesa del momento migliore per attaccare il gruppetto che lo precede. In campo femminile è invece la sfida storica tra Daniela Veronesi (Torpado Factory Team) e Elena Gaddoni (FRM Factory Team) ad accendere la bagarre mentre alle loro spalle viene segnalata l’atleta di casa Simona Bonomi (MTB Parre) appartenente però alle categorie amatoriali. Ma la corsa inizia a mietere le prime sentenze facendo registrare gli inattesi ritiri di atleti del calibro di Jhonny Cattaneo e Damiano Ferraro (Selle San Marco Trek), Marzio Deho (Olympia) e Cristian Cominelli (Avion Axevo) che abbandonano la corsa anzi tempo.

Nel frattempo la testa della corsa, giunta ormai al kilometro 52, riceve un nuovo scossone quando al secondo GPM sui colli di S.Fermo è la coppia Porro - Mensi a scollinare per prima con un vantaggio di circa 30” su Ragnoli e Ronchi. Tocca quindi alla discesa rimescolare le carte in tavola. Mensi cade a causa di una scivolata sul sentiero viscido e lascia strada libera a Porro che sfodera tutte le sue doti da discesista transitando nel comune di Adrara S.Rocco con circa 40” di vantaggio sull’inseguitore che però è Juri Ragnoli, in strepitosa rimonta in sella alla sua bi-ammortizzata.

Da questo punto in avanti per Samuele Porro è una cavalcata solitaria verso il traguardo, una lotta contro se stesso, una sfida con la lucidità e la concentrazione da mantenere sopra i livelli di guardia affrontando gli ultimi passaggi tecnici prima di tornare nell’abitato di Grumello del Monte. Per il comasco è il primo titolo tricolore di specialità, una vittoria che sul podio può festeggiare con a fianco Juri Ragnoli, già campione italiano nel 2012, e Luca Ronchi, che nel finale riesce a recuperare su un Daniele Mensi che, segnato dalla caduta, chiude al quarto posto. In quinta posizione troviamo invece un tenace Tony Longo (i.dro Drain Bianchi) che, dopo la caduta di ieri in allenamento ed i persistenti dolori a schiena e gambe per i lividi riportati, stringe i denti onorando fino all’ultimo centimetro quel titolo conquistato nel 2013 sulle pendici dell’Etna.

Anche la gara femminile vede il suo epilogo sulla lunga discesa verso Adrara S.Rocco con Daniela Veronesi che s’invola sola al traguardo dove conquista il suo terzo titolo tricolore marathon chiudendo con il tempo di 04:11:32 i suoi 70 km. Secondo posto per la campionessa uscente Elena Gaddoni che dopo aver tentato più volte il riaggancio con l’amica e rivale sulle rampe del Fonteno, deve arrendersi sui tecnici passaggi in discesa. Terza posizione assoluta femminile per la trentina Lorena Zocca (S.C. Barbieri), prima donna delle categorie femminili, che precede Simona Bonomi, quarta ma prima master woman 1, e Francesca Bugnone (Controletech), quinta assoluta ma terza nella categoria èlite femminile.

I commenti dei protagonisti:

Samuele Porro:“Una vittoria meravigliosa che ripaga di tanti anni di sacrifici ed allenamenti.Oggi non era facile, il percorso era davvero di alto livello e gli avversari non si potevano sottovalutare. E’ stata una grande gara, sotto ogni punto di vista. Tracciato spettacolare, completo, e selettivo. Condizioni meteo perfette. Organizzazione splendida. Che altro dire!? Grazie a tutti, per il tifo, grazie per il sostegno. Grazie a chi in questi anni mi ha dovuto anche sopportare. Grazie al mio team, ai miei compagni, ai nostri sponsor ed al mio direttore sportivo Giuseppe Giordano. Questa vittoria la voglio condividere con tutti loro.”

Juri Ragnoli: “Ammetto d’essermi preparato per vincere, quindi non posso certo essere soddisfatto del risultato considerando il grande lavoro fatto per poter preparare al meglio questo appuntamento. Ma lo sport è così. Oggi ha vinto sicuramente il più forte. Io ho fatto del mio meglio cercando di gestire bene la prima parte di gara, tentando il cambio di ritmo nella seconda. Ma Samuele era veramente una moto oggi, sono comunque contento per lui.

Luca Ronchi: “Sapevamo tutti che la gara si sarebbe fatta nella seconda parte, dopo il primo GPM, e così è stato! Sulla prima salita verso S.Fermo abbiamo forzato un po’ l’andatura per fare selezione, siamo rimasti in quattro, ed avevamo capito che tra noi c’era il nuovo campione italiano. La discesa non permetteva distrazioni così ho cercato di recuperare sugli ultimi strappi prima dell’arrivo dove ho riagguantato questo buon terzo posto.”

Daniela Veronesi: “Non è stata affatto una passeggiata ma sapevo che dovevo gestire bene la salita controllando le avversarie per poi potermi giocare tutto nella parte finale. Sono molto contenta e con questa vittoria posso festeggiare con il mio team un bellissimo tris tricolore dopo i titoli conquistati a Gualdo Tadino nel 2011 ed a Schio nel 2012.

CLASSIFICHE COMPLETE

Classifica generale marathon maschile:

  1. Samuele Porro - Silmax X-Bionic - 03:56:30
  2. Juri Ragnoli - Scott Racing Team - 04:01:03
  3. Luca Ronchi - Avion Axevo MTB Pro Team - 04:03:41
  4. Daniele Mensi - Scott Racing Team - 04:04:47
  5. Tony Longo - i.dro Drain Bianchi - 04:04:48
  6. Davide di Marco - Race Mountain Pro Team - 04:09:51
  7. Giacomo Antonello - Polimedical - 04:10:54
  8. Johann Pallhuber - Silmax X-Bionic - 04:14:18
  9. Igor Baretto - Scott Racing Team - 04:14:37
  10. Alessandro Gambino - FRM Factory Team - 04:15:36

 

Classifica generale marathon femminile: 

  1. Daniela Veronesi - Torpado Factory team - 04:11:32
  2. Elena Gaddoni - FRM Factory Team - 04:14:42
  3. Lorena Zocca - S.C. Barbieri - 04:33:51
  4. Simona Bonomi - MTB Parre - 04:37:10
  5. Francesca Bugnone - Controltech - 04:37:17
  6. Cristina Roberti - Pro Bike Riding Team - 04:38:43
  7. Nicoletta Bresciani - Scott Racing Team - 04:39:35
  8. Chiara Selva - Spezzotto Bike Team - 04:41:04
  9. Roberta Seneci - Racing Rosola Bike - 04:41:27

1172 i bikers domani al via della Valcavallina Superbike 2014. Tutto è pronto e la febbre tricolore cresce sui sentieri di Grumello e dintorni. Oltre 60 gli atleti della categoria Open che domani regaleranno spettacolo nella lotta per il titolo di specialità. Lo start alle ore 09:00 e diretta radio sulle frequenze di Radio Number One.

Grumello del Monte (BG) – Mancano solo poche ore prima che la caccia ai titoli tricolori marathon 2014 abbia inizio. Sono numeri da record per la 10ª Valcavallina Superbike che domani festeggerà lo start di ben 1172 atleti suddivisi sui due percorsi previsti. Tra questi ben 677 sono i bikers che hanno deciso di sfidare gli 81 km e 3300 mt del percorso che assegnerà i titoli italiani per ogni categoria. “Siamo molto soddisfatti - commenta Giancarlo Magri, coordinatore della macchina organizzativa - ora speriamo che il meteo sia clemente è che permetta agli atleti di potersi giocare la vittoria nelle migliori condizioni possibili.”

Read More

Leggera modifica al tracciato di gara che vedrà l’inserimento di una nuova variante necessaria a bypassare il tratto privato della salita del Grena a cui, nella tarda serata di ieri, è stato negato il transito della manifestazione. Nella notte il lavoro dei volontari per la pulizia e la tracciatura del nuovo tratto che allungherà di 1 km il percorso originario aggiungendo 100 mt al dislivello altimetrico.

Read More

Sarà la nuova discesa che dai 1200 mt dei Colli S.Fermo conduce ai 430 mt dell’abitato di Adrara S.Rocco a decretare il vincitore della prova speciale contro il tempo inserita in extremis come novità del programma dal comitato organizzatore. 10 km per 770 mt di dislivello all’insegna del divertimento e dell’adrenalina incorniciati dal tricolore. Nel frattempo le adesioni sfondano il muro dei 1000 iscritti!

Read More

Il due volte campione italiano, argento e bronzo mondiale marathon di mountain bike, sarà certamente il grande assente nella lotta al tricolore di Grumello del Monte ma non per questo si perderà le fasi salienti della gara. Celestino sarà in collegamento diretto dalla corsa che seguirà dalla moto cronaca 1 commentando le azioni dei big per il pubblico presente al traguardo e per chi seguirà la corsa sulle frequenze di RadioNumberOne.

Read More

Tanti ospiti questa mattina presso la sala conferenze del main sponsor Lovato Electric per la presentazione ufficiale della manifestazione che assegnerà i titoli tricolori marathon 2014. Gli atleti, attesi protagonisti, sottolineano le caratteristiche del tracciato giudicato all’unanimità il più completo, selettivo e tecnico mai visto prima.

Gorle (BG) – Si è svolta questa mattina, presso la sala conferenze dell’azienda Lovato Electric, la presentazione ufficiale della 10ª Valcavallina Superbike Marathon, la manifestazione sportiva dedicata alla mountain bike che l’ormai prossimo 1 giugno sarà sede del Campionato Italiano Marathon 2014. Un evento storico per la Provincia di Bergamo che mai prima ha avuto l’onore di ospitare l’assegnazione dei titoli tricolori, ma anche un importante traguardo per il gruppo della Valcavallina Superbike e tutti gli sponsor e partner tecnici che da anni seguono ed appoggiano il lavoro del presidente Dr.Andrea D’Alessio e del deus ex machina Giancarlo Magri.

Read More